Latteria Molloy

[Mercoledģ alla Latteria - BLINDUR - Garrapateros - Jean-Luc Stote]

mer 15 nov - ore 21

 
Come ogni settimana torna il nostro appuntamento infrasettimanale ad INGRESSO GRATUITO

★ MERCOLEDì alla Latteria ★ 

Ospite questa settimana un altro gruppo rivelazione di questo 2017,
> > > BLINDUR < < <

• opening GARRAPATEROS . set acustico Rebelde
• prima e dopo il concerto selezione musicale di Jean-Luc Stote
• la cena parlata. A una grande tavolata, a cui siente invitati, Jean-Luc coinvolge i Blindur in una chiacchierata informale tra un bicchieder di vino e un caffè (menù fisso 10 euro, per prenotare un posto info@latteriamolloy.it)

mercoledì 8 novembre 2017
@ LATTERIA MOLLOY
Via MArziale Ducos 2/b, Brescia
(presso La Nave di Harlock)

INGRESSO GRATUITO
(non serve più la tessera)

🔑Apertura locale h. 20.00
☗ La cena parlata h. 20.30 / ♫ Inizio spettacolo h. 21.30
__________________________________________________

Blindur è un duo composto da Massimo De Vita e Michelangelo Bencivenga dalle sonorità ricche e articolate ispirate al folk e al post rock nordico, mentre i testi si rifanno alla tradizione e alla poetica della canzone d'autore italiana.
In soli due anni hanno già ottenuto numerosissimi riconoscimenti e collaborazioni importanti, partecipando a festival in Italia e all'estero

Blindur è un duo nato nella primavera del 2014 da Massimo De Vita, cantautore, polistrumentista e produttore, e Michelangelo Bencivenga, polistrumentista. Il sound del duo si ispira alle atmosfere del folk e del post rock, con un piede a Dublino e l'altro a Reykjavķk. L'amore per il Nord Europa permea tutto il lavoro della band, a partire dalla scelta del nome, una parola islandese. Per i testi il riferimento č sicuramente da rintracciare nella tradizione e la poetica del cantautorato italiano, con un occhio più attento a quello moderno.
Nonostante siano solo 2 i musicisti in scena, il suono è ricco e articolato e l'ampio set up (chitarre acustiche ed elettriche; banjo; glockenspiel; effettistica ed elettronica minimale; cassa, rullante e tamburello, il tutto rigorosamente a pedale) contribuisce a dare la sensazione di stare ascoltando una band composta da più elementi. Il trucco č semplicemente godersi il tutto ad occhi chiusi.
Blindur liveIl duo napoletano nei primi 24 mesi circa di attivitą ha gią collezionato più di 150 concerti tra Italia, Belgio, Islanda, Francia, Germania e Irlanda, prendendo parte ad importanti festival internazionali, ad esempio il Body&Soul Festival a Westmeath e l'Airwaves Festival a Reykjavik. La band ha prodotto nel 2014 un Ep dal vivo presso gli studi di registrazione Casa Lavica e nel 2016 un mini album acustico "live in giardino"; vinto l'edizione 2014 del premio Donida, il premio Muovi la Musica 2014, il premio Nuova Musica Italiana 2015, il premio Pierangelo Bertoli 2015; il premio Fabrizio De Andrč 2015, il premio Buscaglione “Sotto il cielo di Fred” 2016 e il premio Tempesta Dischi sempre nell'ambito dell'edizione 2016 di "Sotto il cielo di Fred". Inoltre la band č tra i 16 finalisti per l'edizione 2016 di Musicultura e tra i 9 finalisti per Musica da bere 2016. Nel 2016 Blindur è tra le 10 band rivelazioni dell'anno secondo la rivista Keepon.
Ha aperto i concerti di numerosi artisti del panorama indipendente italiano come Tre allegri ragazzi morti, Dellera, Dimartino, Giorgio Canali e Rossofuoco, Cristiano Godano (Marlene Kuntz), Il disordine delle cose, Iosonouncane, Dente, Nobraino, Bandabardò, Sictamburo, Calcutta.

Blindur ha collaborato in ambito internazionale con artisti irlandesi come Johnny Rayge, con il quale ha realizzato un mini tour di 11 date in Italia nel novembre 2014; ha condiviso il palco con il poeta e cantautore canadese Barzin nella data napoletana del suo ultimo tour europeo; ha inoltre lavorato con Birgir Birgisson, storico fonico e produttore di Sigur Ros e non solo.